Zero waste : negozio di prodotti ecoresponsabili e riutilizzabili

Fai da te : 3 ricette naturali per la crema solare Lecture : 8 min
  1. Home
  2. News
  3. Stile di vita
  4. Fai da te : 3 ricette naturali per la crema solare

Fai da te : 3 ricette naturali per la crema solare

Sia per i bambini che per gli adulti, la protezione solare è indispensabile in estate. Protegge la pelle dal sole, mantenendo la sua idratazione. Tuttavia, le protezioni solari disponibili in commercio possono a volte essere dannose per la nostra pelle e per l'ambiente. Ecco 3 ricette per la crema solare fai da te realizzata con ingredienti naturali.

La crema solare è diventata indispensabile per proteggere la pelle dal sole. D'altra parte, si tratta di un prodotto costoso che a volte può contenere sostanze discutibili. Allora perché non farla tu stesso? Ecco 3 ricette naturali per la crema solare.

Perché usare la protezione solare?

Una protezione infallibile

Siamo tutti in attesa che arrivino i primi raggi di sole per perfezionare la nostra abbronzatura e riempirci di vitamina D. Tuttavia, l'esposizione al sole può essere pericolosa. Può causare ustioni, note anche come scottature, e nel peggiore dei casi, il cancro.

Il nostro capitale solare diminuisce nel tempo e anche la nostra pelle diventa più vulnerabile. Ma anche la pelle dei bambini è molto fragile. Ecco perché la protezione solare è indispensabile per qualsiasi esposizione prolungata al sole.

Se vi state ancora chiedendo se il sole è davvero dannoso per la pelle e per la salute in generale, potete guardare un video sul sito web di Maxisciences che farà luce sulla questione.

Non dimenticate che senza il sole non ci sarebbe vita. Ci porta tonicità, la vitamina D e un'abbronzatura luminosa. Come la maggior parte dei piccoli piaceri della vita, deve essere "consumato" con moderazione. È essenziale non esporsi al sole nelle ore più calde della giornata.

La crema solare è utile ogni volta che si è esposti al sole, ma anche all'ombra. Infatti, i raggi UV spesso passano attraverso i vestiti, i parasole, le nuvole, ecc.

Ci sono diversi tipi di creme e una graduazione da Sun Protection Factors (SPF) o fattori di prottezione solare in italiano). Questi offrono più o meno protezione e corrispondono a diversi tipi di pelle. Ce ne sono molti:

  • indice 15 è consigliata per le pelli scure che si abituano ai raggi del sole.
  • indice 30 per la pelle classica
  • indice 50 per bambini, pelle chiara, sensibile e matura

Tanto vale che abbandoniate subito i pregiudizi: le creme solari non vi impediscono di abbronzarvi! Basta guardare i bambini dopo un pomeriggio in piscina, ricoperti di crema solare, se non hanno la linea bikini...

DIY crème solaire

I punti negativi della protezione solare

Un gran numero di creme solari sono dannose per la salute. La maggior parte di essi contiene perturbatori endocrini e sostanze cancerogene. Ciò è stato dimostrato dalle associazioni dei consumatori, che hanno rapidamente rilevato la pericolosità di alcuni prodotti utilizzati nella produzione di creme solari.

Quando si parla di pericolo per la salute, si parla anche dell'impatto sull'ambiente. Le creme solari convenzionali inquinano i mari e gli oceani e causano uno squilibrio nell'ecosistema marino. I prodotti filtranti dei prodotti petrolchimici (butilparaben, etilesilmetossicinnamato, benzofenone-3, 4-metilbenzilbenzilbenotossico canfora, ecc.) si depositano sui coralli e ne causano il prematuro sbiancamento. I nutrienti contenuti nelle creme solari (fosfati, ammonio, ecc.) causano la proliferazione delle alghe. Infine, i perturbatori endocrini come l'ossibenzone, l'ottil-metossicinnamato, ecc. sono dei veri e propri flagelli per tutti gli esseri viventi. In altre parole, le protezioni solari non organiche e biodegradabili sono un chiaro pericolo sia per la pelle che per la vita marina.

Prima di acquistare una protezione solare, sappiate che esistono due tipi di schermi solari: chimici e minerali. Naturalmente, per quanto possibile, rivolgersi ai filtri minerali. Sono più spessi e lasciano una pellicola bianca sulla pelle, ma sono una protezione efficace. Anche in questo caso, ci sono due basi: biossido di titanio e ossido di zinco. Il primo è ampiamente controverso. Scegliete l'ossido di zinco, che è meno dannoso per la vostra pelle e per il pianeta, anche se non è perfetto.

Prodotto biologico o convenzionale? Naturalmente i prodotti biologici sono meno carichi di sostanze dubbie. Infatti, le schermature solari organiche non possono normalmente contenere nanoparticelle e alcune sono addirittura biodegradabili al 100%. Tuttavia, fate attenzione, alcune marche contengono ancora biossido di titanio, perché è più economico dell'ossido di zinco.

Per questo motivo può essere interessante creare la propria protezione solare ed essere efficacemente protetti con ingredienti sani.

Fabbricare una crema solare fatta in casa

Crème solaire DIY

Prima di tutto, sappiate che facendo la vostra protezione solare fai da te, otterrete la stessa protezione di una protezione solare convenzionale, meno le sostanze chimiche.

Ecco una sintesi dei gradi di protezione di ogni elemento generalmente utilizzato nella produzione di creme solari.

Oli

  • Olivo: indice di protezione 8
  • Cocco: indice di protezione 8
  • Ruota: indice di protezione 6
  • Mandorla: indice di protezione 5
  • Jojoba: indice di protezione 4
  • Sesamo: indice di protezione 2

Burro

  • Shea: indice di protezione 6
  • Cacao: indice di protezione 6

Oli essenziali

  • Menta piperita: indice di protezione 7
  • Tulsi: indice di protezione 7
  • Lavanda: indice di protezione 6

Attenzione, alcuni oli essenziali sono fotosensibili, come gli agrumi per esempio.

1211

Ricetta per la protezione solare naturale al 100

Cosa serve per una crema solare indice 30

  • 1 cucchiaio di cera d'api o di soia per una versione vegana
  • 4 cucchiai di burro di karité
  • 4 cucchiai di olio di cocco
  • 2 cucchiai di ossido di zinco senza nanoparticelle
  • 1 cucchiaio di olio vegetale (oliva, semi di lampone, jojoba, ecc.)
  • 1 cucchiaino di vitamina E

La preparazione

Sciogliere gli oli e il burro a bagnomaria senza farli bollire. Lasciare raffreddare per qualche minuto e aggiungere l'ossido di zinco quando il preparato si deposita leggermente. Frullare con una frusta, un agitatore o un miscelatore elettrico, quindi aggiungere la vitamina E.

Versare in un barattolo di vetro e lasciare raffreddare prima dell'uso. Si consiglia di lasciare riposare la crema per almeno mezza giornata prima di applicarla.

Ricetta per una crema solare densa

Cosa serve per 100 ml di crema solare indice 30

  • 30 g di olio d'oliva
  • 30 g di olio di cocco puro (non deodorato)
  • 40 g di burro di karité
  • 30 g di ossido di zinco senza nanoparticelle
  • 5 g di cera d'api (o cera di soia per la versione vegana)
  • 10 gocce di vitamina E per la conservazione

È possibile se si desidera aggiungere oli essenziali per profumare e aumentare la protezione.

La preparazione

Prima di tutto, aprire le finestre o preparare la protezione solare in un'area ventilata. Anche se è naturale, l'ossido di zinco non deve essere inalato, soprattutto dai bambini.

Far fondere insieme oli, burro e cera in una doppia caldaia. Attenzione, la miscela non deve bollire, ma semplicemente ammorbidirsi per diventare liquida. In caso contrario, la struttura molecolare dell'olio e del burro può cambiare.

Fuori dal fuoco, quando la miscela è diventata liquida, aggiungere l'ossido di zinco. Si consiglia di non respirare i fumi emessi. Se necessario, potete girare la testa o mettere un panno davanti al naso.

Utilizzare una frusta per rendere la miscela più cremosa e ariosa, quindi versare il conservante (vitamina E). Quindi trasferire la crema risultante in un flacone spray o in un vaso di vetro.

Ricetta della lozione solare

Cosa serve per 100 ml di crema con indice 30

  • 25 g di olio d'oliva
  • 40 ml di olio di cocco
  • 10 ml di olio di jojoba
  • 10 g di burro di cacao
  • 15 ml di acqua filtrata
  • 5 g di ossido di zinco senza nanoparticelle
  • 5 g di cera d'api o di soia
  • 10 gocce di vitamina E

610

Preparazione

Come per la crema, sciogliere il burro, gli oli e la cera senza far bollire, prima di aggiungere l'ossido di zinco.

Con una frusta, mescolare il preparato, quindi aggiungere l'acqua senza interrompere la miscelazione. La crema avrà la stessa consistenza della maionese. Aggiungere la vitamina E mescolando.

La lozione è pronta, basta versarla in un contenitore. 

Alcune informazioni pratiche

La protezione solare fatta in casa può essere conservata fino a 6 mesi con vitamina E. Si consiglia di conservarla a temperatura ambiente, ma si può anche lasciare in un luogo fresco. Tuttavia, si solidificherà, quindi si consiglia di toglierla qualche minuto prima dell'applicazione.

Alcuni aggiungono aloe vera alla preparazione. Anche se le sue virtù sono interessanti, si conserva molto male. È quindi preferibile applicarla direttamente sulla pelle dopo l'esposizione.

Dovete anche sapere che l'ossido di zinco non è privo di rischi per gli ecosistemi marini. Sebbene il suo impatto sia molto inferiore a quello dei filtri chimici, è comunque una sostanza estranea al mondo marino, che l'uomo porta con sé. È quindi meglio evitare l'esposizione prolungata e il nuoto troppo frequente. Per i bambini più piccoli, utilizzare anche l'abbigliamento da spiaggia resistente ai raggi UV.