Zero waste : negozio di prodotti ecoresponsabili e riutilizzabili

(8h30-18h30 da lunedì a venerdì)
  1. Home
  2. Negozio Zero Déchet
  3. Alimentazione
  4. Stevia

Stevia

La stevia è un sostituto naturale dello zucchero ed è molto popolare tra le persone che hanno il diabete o che seguono una dieta ipocalorica. Scoprite questa pianta deliziosamente dolce.

Lire la suite

La storia della stevia

La Stevia mette radici in Sud America. È stata usata per secoli dai Guaraníes del Brasile e del Paraguay. È la specie Stevia rebaudiana chiamata ka'a he'é (erba dolce) che è stata usata più spesso. Il suo gusto dolce era molto apprezzato nelle bevande medicinali. Le foglie venivano anche mangiate fresche o in infusione.

Poi, dopo la colonizzazione da parte degli spagnoli, il botanico Petrus Jacobus Stevus, meglio conosciuto come Pedro Jaime Esteve, scoprì la pianta e le diede il suo nome. Ma il primo a descrivere la pianta in dettaglio fu il botanico svizzero Moises Santiago Bertoni nel 1899. Le prime ricerche sulla pianta furono effettuate dai chimici francesi nel 1931. M. Bridel e R. Lavielle sono stati in grado di isolare i glucosidi naturali della pianta. Entrambi i componenti sono risultati da 250 a 300 volte più dolci del saccarosio. Sono anche più stabili al calore e non fermentabili.

Già nel 1969 i giapponesi effettuarono una serie di test che portarono alla conclusione che la stevia non era una pianta pericolosa per la salute. Il paese ha ampiamente utilizzato i suoi benefici come alternativa allo zucchero e ai dolcificanti artificiali (saccarina, aspartame, ecc.). Sono stati i giapponesi ad essere uno dei primi paesi a commercializzare la stevia e ad utilizzarla su larga scala, anche nella Coca-Cola, in quanto i dolcificanti sintetici sono stati vietati dal 1969. Il Giappone da solo consuma il 40% del mercato totale dei dolcificanti.

Per altri Paesi, l'uso della stevia è venuto dopo, come in Brasile nel 1986. In seguito a una denuncia anonima, uno scandalo ha messo fine alla commercializzazione della pianta dolce nel 1991. La Stevia è stata vietata fino al 2006 nell'Unione Europea e fino al 2008 in Russia.

La commercializzazione della stevia è stata la causa di molti conflitti con l'industria dei dolcificanti. La sua vendita è vietata allo stato puro. Poi, alcuni componenti della stevia, come il rebudioside A, la truvia e la purevia sono ora usati come dolcificanti e considerati come additivi alimentari.

La stevia si trova ora nelle bevande, nella cioccolata, nel tè... È disponibile anche come pianta viva in Francia, ma come pianta ornamentale.

Quali sono i vantaggi e le proprietà della stevia?

Il grande vantaggio di questa pianta miracolosa è il suo fortissimo potere dolcificante, 300 volte superiore a quello dello zucchero. Tuttavia, il suo costo di produzione rimane 10 volte superiore a quello dell'aspartame. La stevia ha un piccolo sapore di liquirizia che spinge alcuni consumatori ad aggiungere zucchero per mascherarla. Cargill ha tentato di modificare geneticamente la pianta per ridurne l'amaro e il retrogusto di liquirizia.

Questa alternativa allo zucchero è più sana dei dolcificanti artificiali ed è anche raccomandata come parte di alcune diete, in particolare nel tentativo di controllare i livelli di zucchero nel sangue dei diabetici di tipo II.

Stevia è stata convalidata nel trattamento dell'ipertensione arteriosa e dell'obesità. Il suo consumo ha un effetto quasi trascurabile sui livelli di zucchero nel sangue. In alcuni casi, la pianta ha persino dimostrato di ridurre l'intolleranza al glucosio. È in questo contesto che è stato raccomandato per le diete diabetiche e ipoglicemiche.

Stevia contiene vitamine A e C e proteine. È anche ricca di fibre, magnesio, potassio, fosforo, calcio, sodio, clorofilla e ferro. Non contiene calorie, il che la rende un dolcificante di scelta per molte persone. Inoltre non provoca carie perché limita la crescita batterica in bocca. D'altra parte, in infusione, le foglie sono anche diuretiche.

Questa pianta è anche una buona fonte di antiossidanti. Neutralizza i radicali liberi del corpo e rafforza il sistema immunitario contro il cancro e le malattie. È anche sicura per tutti, anche per le donne incinte o che allattano al seno e i bambini. Tuttavia, alcune tribù sudamericane lo usano per interrompere la gravidanza. Queste informazioni richiedono ulteriori studi sulla pianta per sapere se questi sospetti sono effettivamente fondati. Si consiglia quindi alle donne incinte o che allattano di rispettare una dose precisa per evitare qualsiasi problema.

La cultura della stevia

La stevia cresce nelle regioni calde e umide. Non tollera temperature inferiori ai 5 gradi e può proliferare solo nei climi caldi. È possibile coltivarla nel sud della Francia, ma a rischio di vederla scomparire in inverno.

È abbastanza facile da coltivare ed è considerata una pianta ornamentale. Basta innaffiarla bene d'estate quando fa caldo e proteggerla dal freddo e dal gelo d'inverno. Anche la coltivazione in vaso è una buona alternativa, in quanto permette di portare la pianta in inverno e di godere di temperature piacevoli tutto l'anno.

Averne un po' a casa ti permette di usarl come dolcificante a tuo piacimento. Soprattutto, avrete un prodotto al 100% naturale e non arricchito con lattosio o altri ingredienti, come a volte accade nei supermercati.

Per raccogliere lo zucchero naturale, è sufficiente tagliare le foglie necessarie e aggiungerle al tè, al caffè o ad altre bevande. Per fare le torte, è meglio raccogliere lo zucchero. Per fare questo, dovrete estrarre le foglie dalle vostre piante e asciugarle al sole. Usando un frullatore o un macinino, ricavarne un po' di polvere. Potete tenerli per tutto il tempo che volete, dato che le foglie di stevia non marciscono.

Stevia in tutte le sue forme

Si può mangiare fresca o essiccata. Si trova oggi sotto forma di polvere verde o bianca, ma anche di sciroppo.

Zuccheri di stevia 30 volte più dello zucchero di barbabietola. Questo la rende un ottimo dolcificante naturale, soprattutto nel contesto di alcune diete.

In cucina, alcune persone fanno le loro torte con la stevia. Il rapporto da usare è di un cucchiaino di polvere per sostituire 100 g di zucchero.

Idealmente, addolcisce infusi, tè, alcune piante, yogurt, frullati e altri dolci. Quando la stevia non è geneticamente modificata, porta un piccolo assaggio di liquirizia che è piuttosto apprezzato nei biscotti o in certe bevande.

D'altra parte, non si può fare il caramello con la stevia, la sua composizione chimica non lo permette... Ma si possono fare facilmente delle belle meringhe o dei muffin a basso contenuto di calorie e di zucchero.

Stevia in cosmetica?

Da qualche anno l'industria cosmetica ha incorporato questo stabilimento sudamericano nei suoi prodotti e soprattutto nelle sue creme.

Le sue foglie hanno proprietà antibatteriche, ammorbidiscono la pelle e riducono le rughe. Non è raro vedere estratti di stevia nella composizione di alcune creme o maschere da giorno.

Una piccola ricetta? Si può mescolare un tuorlo d'uovo con un cucchiaino di yogurt semplice (o fromage blanc) e 2 pizzichi di stevia in polvere. Applicare il preparato sul viso e lasciare in posa per 20 minuti prima del risciacquo. La pelle del tuo bambino è tua!

Prodotti sostenibili ed
eco-responsabile
Soddisfatti o rimborsati
Consegna gratuita a partire
da 69 €
Restituzioni facili e gratuite
Imballaggio riciclabile
e compostabile
Sito e pagamento
sicuro