Zero waste : negozio di prodotti ecoresponsabili e riutilizzabili

(8h30-18h30 da lunedì a venerdì)
  1. Home
  2. Negozio Zero Déchet
  3. Bambino
  4. Pannolino riutilizzabile

Pannolino riutilizzabile

Quando si diventa genitori, c'è una cosa che non si può evitare: i pannolini. Nei primi 3 anni di vita di un bambino vengono utilizzati circa 4.200 pannolini. È un budget tanto grande quanto l'impatto che lasciano sul pianeta.

Lire la suite

I pannolini e la loro storia

Il pannolino non è sempre stato quel familiare pezzo di plastica e cotone. In passato, usavamo i fasciatoi. Era un piccolo pezzo di stoffa per raccogliere le feci dei bambini e l'urina per evitare che si bagnassero. Il pannolino era fatto di fibre di lino ed era lavabile, quindi era riutilizzabile. Nel corso degli anni, è stata l'unica protezione utilizzata per i neonati.

Fu nel 1887 che il pannolino apparve per la prima volta nel nuovo continente. Maria Allen ne è stata la creatrice. In Europa ci volle qualche anno in più, ma l'uso divenne così popolare che le fasce furono immediatamente abbandonate. Realizzati in cotone, mussola e carta di riso, i pannolini sono assorbenti e resistenti.

La compagnia I. B. Kleinert Rubber assume la più grande quota di mercato in Europa con la gamma Jiffy. Si tratta di un pannolino che viene inserito direttamente in una mutandina, a sua volta integrata in uno strato di gomma per la sigillatura. La parola "pannolino" è entrata nel dizionario già nel 1929. Naturalmente e questi modelli erano riutilizzabili. I primi pannolini usa e getta provenivano dal Regno Unito e furono prodotti negli anni '30 del secolo scorso; erano fatti di cellulosa e cotone.

Si cercarono alternative più rispettose dell'ambiente, in particolare nel 1944 con lo svedese Hugo Drangel, che cercò di creare un pannolino fatto di fibre di tessuto riciclato. Anche se assorbente, questo modello non ha avuto successo: l'umidità irritava le natiche dei bambini e il materiale formava rotoli duri che erano spiacevoli per i bambini.

L'uso dei pannolini

I pannolini sono utilizzati dai bambini dalla nascita fino ai 3 anni. Naturalmente, ci sono alcune eccezioni: alcuni bambini si diventano indipendenti dal pannolino prima, invece altri hanno ancora bisogno di protezione per qualche anno, spesso a causa dell'enuresi notturna.

Nei bambini piccoli, i pannolini sono indossati tutti i giorni: giorno e notte. Oggi esistono 3 tipi di modelli: monouso, lavabili e riutilizzabili. Il loro scopo è lo stesso, ma il loro uso può essere in qualche modo diverso.

Qualunque sia il modello scelto, la procedura rimane la stessa: il bambino deve essere pulito con, preferibilmente, un linimento per proteggere il suo sedere, prima di indossare il pannolino pulito. Il pannolino viene tenuto in posizione con chiusure in velcro sul davanti per i pannolini usa e getta e con chiusure in velcro o bottoni a pressione per i modelli lavabili e/o riutilizzabili.

I pannolini devono essere cambiati prima dell'alimentazione o non appena sono pieni. In generale, il disagio dell'umidità o dell'acidità nelle feci fa piangere il bambino per essere cambiato.

Caratteristiche dei pannolini per bambini

I pannolini usa e getta vengono indossati e scartati una volta sporchi. Non richiedono troppo impegno  perché sono già pronti all'uso. Questo non è il caso degli altri due modelli, che spesso devono essere assemblati prima di metterli sui neonati.

Il pannolino lavabile è di solito un pezzo di tessuto assorbente su cui ci si deposita un velo assorbente, e che viene tenuto in posizione da un panno o da pantaloni impermeabili. Tutto è lavabile in lavatrice! Basta gettare il contenuto nella toilette e sciacquare con acqua prima di lavare l'assorbente.

Il pannolino riutilizzabile è un modello tra il pannolino usa e getta e quello lavabile. Si basa sullo stesso concetto del pannolino in tessuto, con la differenza che può contenere un assorbente monouso (o lavabile a seconda dei modelli che offrono entrambe le opzioni). Più ecologico ed economico, è anche più semplice da usare rispetto ai pannolini di stoffa, che possono scoraggiare alcuni genitori.

Noi di Alternativi abbiamo scelto prodotti sani, ecologici ed economici che non danneggeranno la salute del vostro bambino, del pianeta e ancor meno il vostro portafoglio.

Come scegliere il pannolino migliore per il proprio bambino?

In realtà, questa è una domanda sbagliata. Il miglior pannolino per il vostro bambino è quello che non gli causerà dolore o allergie, non vi costerà nulla e non danneggerà l'ambiente. Per inciso, è anche quello che si adatta al vostro stile di vita e alle vostre convinzioni.

Anche se può sembrare complesso trovare il pannolino perfetto, i modelli lavabili sono il più vicino possibile. Tuttavia, anche alcuni modelli riutilizzabili sono molto buoni, poiché, sebbene l'assorbente sia monouso, è possibile trovare quelli biodegradabili in alcune marche.

In Alternativi ci impegniamo a scegliere le migliori marche per soddisfare le vostre esigenze, così come quelle del vostro bambino, senza avere un impatto significativo sull'ambiente.

Monouso, lavabile, riutilizzabile? La scelta tra queste 3 opzioni è una questione di gusto, di convinzioni, ma anche di budget. I pannolini usa e getta sono più economici da acquistare, ma diventano più costosi nel tempo. Sono anche molto pratici perché fanno risparmiare molto tempo ogni giorno. Tuttavia, generano rifiuti e la loro composizione rimane spesso molto oscura. Fortunatamente, alcuni marchi ecologici e/o biologici offrono ora pannolini usa e getta che sono sani e non molto invasivi per la natura, in quanto biodegradabili.

I pannolini in tessuto o riutilizzabili sono più costosi al primo acquisto, ma alla fine sono più economici. Richiedono un po' di destrezza all'inizio per essere assemblate, poi una certa organizzazione per essere utilizzate al meglio. Ciononostante, sono salutari per il sedere del vostro bambino e per il pianeta, poiché non generano quasi nessuno spreco.

Infine, non dimenticate che ci sono le misure dei pannolini!

  • Per i neonati, le misure S (0-3 mesi) forniranno un'ampia protezione.
  • Taglia M per 3-9 mesi.
  • Taglia L per 9-12 mesi.
  • Taglia XL per 12 mesi e oltre.

Come si usa un panno o un pannolino riutilizzabile?

Se si sceglie un pannolino usa e getta, la procedura è abbastanza semplice. D'altra parte, se si opta per un panno o un pannolino riutilizzabile, è necessario un po' di pratica all'inizio. Questo diventerà automatico nel tempo. Ricordate che i pannolini di stoffa o riutilizzabili sono usati allo stesso modo dei pannolini usa e getta, con la differenza che non vanno nella spazzatura una volta sporchi.  

Cominciamo spiegando come funziona. In generale, questo tipo di pannolino ha 3 parti:

  • il velo protettivo (tranne che sui pannolini riutilizzabili),

  • l'assorbente

  • e il pannolino.

Le tre parti si incastrano per farne una. Alcuni modelli, come il T.MAC di Hamac propongono un ingegnoso sistema per pulire solo le parti sporche e non avere dieci tonnellate di bucato da lavare ogni settimana. Insomma, prima di cambiare il bambino, aprite il pannolino, poi mettete l'assorbente e il velo.

Se si opta per un pannolino riutilizzabile, è possibile utilizzare un assorbente monouso (ma biodegradabile!). Una volta che il pannolino è pronto, è possibile cambiare il bambino. Toglietegli il pannolino precedente e pulitelo bene. Poi si può mettere il suo nuovo pannolino.

Cosa fare con quello che ha appena indossato? È semplice: se c'è una grossa commissione, prendi il pannolino e buttalo nel cestino o nel gabinetto. Altrimenti, togliete il velo e l'assorbente e andate a lavare i panni sporchi (potete anche sciacquarli con acqua prima o anche lavarli a mano). Il pannolino può ancora essere usato, a meno che non sia stato sporcato, nel qual caso sarà trattato allo stesso modo dell'assorbente.

L'ideale con i pannolini di stoffa o riutilizzabili è che con 2 o anche 3 pannolini, si è sufficientemente attrezzati per mantenere il bambino asciutto per tutta la settimana. Si tratta di una soluzione perfetta a zero rifiuti per i genitori che vogliono limitare il loro impatto sulla natura. Per una maggiore praticità in viaggio o in vacanza, ad esempio, è sempre possibile utilizzare un pannolino riutilizzabile: pannolino + assorbente monouso (e biodegradabile). Questo metodo è molto interessante se dovete lasciare il vostro bambino con i vostri genitori per un fine settimana o per le vacanze, ad esempio.

Prodotti sostenibili ed
eco-responsabile
Soddisfatti o rimborsati
Consegna gratuita a partire
da 69 €
Restituzioni facili e gratuite
Imballaggio riciclabile
e compostabile
Sito e pagamento
sicuro