Zero waste : negozio di prodotti ecoresponsabili e riutilizzabili

(8h30-18h30 da lunedì a venerdì)
  1. Home
  2. Negozio Zero Déchet
  3. Bellezza/Igiene
  4. Coppetta mestruale

Coppetta mestruale

Una grande rivoluzione nel mondo della protezione sanitaria, le coppette mestruali sono emerse come una soluzione a zero sprechi, durevoli e sane. Sono stati adottati rapidamente da molte donne come un modo per evitare le sostanze chimiche nella più stretta vicinanza possibile alla loro intimità. In Alternativi offriamo quindi coppette mestruali per tutte le donne.

Cercate una soluzione per sfuggire a una discutibile tutela dell'igiene? Perché non provate la coppetta mestruale? Questa alternativa ha già fatto migliaia di donne che l'hanno provata.

La storia della coppetta mestruale

Sarete sorpresi di sapere che la prima coppetta mestruale non appartiene a questo secolo. Infatti, è stata creata nel 1867, anche se i primi brevetti sono stati depositati solo negli anni Trenta del secolo scorso. Tuttavia, non era niente in confronto a quelli che conosciamo oggi.

Il canadese Lester J. Goddard è stato uno dei primi ad ottenere un brevetto per un accessorio basato sullo stesso concetto della coppetta. Si chiamava "ricettacolo vaginale". La primissima coppetta mestruale ad essere commercializzata si chiamava "Daintette" della ditta Dainty Maide. Inc. con sede in Connecticut, USA.

Affascinata, la cantante Leona Chalmers si è messa in viaggio con l'aiuto dei ginecologi per rendere più sicuri e puliti gli accessori per l'igiene intima. Nel 1937, lanciò la "Tassette", ma non ebbe il successo sperato, perché i famosi tamponi con applicatori furono commercializzati nello stesso periodo.

Sempre nel nuovo continente, la prima coppetta mestruale in gomma è stata creata nel 1987. Solo negli anni 2000 questo prodotto è stato commercializzato anche in Europa, per motivi di salute. In effetti, le donne avevano sviluppato reazioni allergiche al lattice. Pertanto, questo prodotto non poteva essere offerto sul mercato europeo.

La "Mooncup" è stato il primo modello di coppetta mestruale commercializzato in Europa. È fatto di silicone e viene prodotto negli Stati Uniti e poi nel Regno Unito. Esiste ancora, ma ha cambiato il suo nome in "Keeper silicone". Da allora, molte aziende hanno iniziato a produrre e commercializzare coppette mestruali in tutto il mondo e anche in Italia.

Questo piccolo accessorio fa parte, con le mutandine mestruali e gli assorbenti riutilizzabili, delle protezioni igieniche naturali e resistenti a zero rifiuti preferite dalle donne francesi.

A cosa serve una coppetta mestruale?

La coppetta mestruale è un piccolo recipiente a forma di tulipano rovesciato o di campana. È realizzato in silicone medico per evitare le allergie al lattice, già causate dai modelli in gomma.

È un accessorio esclusivamente femminile utilizzato durante le mestruazioni. Infatti, la coppetta mestruale non è altro che una protezione interna igienica, riutilizzabile e sana. Evita l'uso di tamponi e tamponi con componenti discutibili.

A seconda della marca, la coppetta può essere colorata o trasparente. Una volta inserita nella vagina, il suo ruolo sarà quello di raccogliere il sangue mestruale, proprio come un tampone o un asciugamano. Tuttavia, non secca le pareti vaginali come gli assorbenti.

Chi può usare una coppetta mestruale?

Tanto vale che vi dica subito, signori, che questo piccolo oggetto non può esservi utile! D'altra parte, è adatto a tutte le donne, siano esse adolescenti, giovani donne, madri o donne anziane che si avvicinano alla menopausa.

Tuttavia, ci sono due taglie, la più piccola è più adatta alle donne che non hanno mai avuto figli e che hanno un flusso cosiddetto "normale". La taglia più grande è più adatta alle donne con un flusso più elevato e/o a quelle che hanno avuto un parto vaginale o addirittura un parto cesareo.

Come si usa una coppetta mestruale?

La coppetta mestruale è inserita all'interno della vagina. Per fare questo, ci sono diversi metodi di piegatura, questi sono i più semplici da realizzare:

  • A forma di "C"
  • A forma di "E"
  • A forma di "S"
  • Il Pushdown (o Tulipano)
  • Triangolare

Per applicarla la prima volta, andate in un luogo tranquillo dove vi sentirete a vostro agio (camera da letto, bagno). Per quanto riguarda la posizione da adottare, fate come volete: accovacciatevi, una gamba sulla vasca da bagno...

Il lato piegato deve essere inserito per primo, in modo che lo stelo rimanga la parte inferiore della coppa. Controllare che la coppetta si sia dispiegata correttamente. In caso contrario, aiutatela un po' girando leggermente, poi fate scorrere un dito intorno al recipiente per controllare che la vostra coppetta sia ben posizionata.

Si adatta molto più in basso di un tampone. Prenderà il suo posto in pochi minuti e secondo i vostri movimenti. A seconda dell'altezza del collare, alcune donne potrebbero vedere la loro coppetta salire e altre la terranno proprio all'entrata del collare.

Una volta in posizione, non devi fare nient'altro. Si prenderà cura di raccogliere i vostri periodi mestruali per un periodo di 6-12 ore a seconda del modello e del vostro flusso.

Per rimuovere la coppetta, afferrare il piccolo gambo e pizzicare per creare uno spiffero. Non tirarlo, perché produce un effetto di aspirazione nella vagina. Questo potrebbe essere scomodo o addirittura doloroso. Dovrebbe uscire da solo dopo aver creato una via aerea e poi estrarla delicatamente.

Quando cambiate la coppetta, versate il suo contenuto nella toilette o nel lavandino e risciacquatela bene prima di riposizionarla. Non lavarla con il sapone. L'acqua è più che sufficiente. Quando il ciclo è finito, sciacquate la coppetta e conservatela nella sua confezione. Fate attenzione, preferite un imballaggio traspirante ed evitate le scatole a tenuta d'aria! Prima di ogni utilizzo, non dimenticare di sterilizzare la coppetta facendola bollire per 10 minuti. 

Quali sono i benefici delle coppette mestruali?

Un sistema economico

Anche se il prezzo di acquisto è più alto di un pacchetto di assorbenti, la coppetta può essere utilizzata tra i 10 e i 12 anni! In altre parole, grazie ad essa, eviterete di comprare assorbenti e tamponi per il resto della vostra vita.

Protezione discreta e indolore

A differenza degli asciugamani che lasciano segni sui pantaloni o sugli assorbenti che possono essere imbarazzanti, la coppetta non fa male ed è completamente invisibile. Può essere utilizzata anche in piscina senza problemi.

Protezione pratica e salvaspazio

La coppetta non occupa molto spazio in una borsa o in una valigia, a differenza di una scorta di assorbenti o tamponi.

Protezione sicura e sana

La coppetta mestruale è in silicone medico. In quanto tale, non rilascia sostanze nocive nell'organismo e non comporta rischi per la salute, a differenza dei suoi omologhi monouso.

Una risorsa per l'ambiente

Questo mezzo di protezione igienico è economico ed ecologico. In questo senso, può essere facilmente riciclato senza danneggiare la natura.

Ulteriori domande

Ho delle perdite, è normale?

No. Normalmente, la coppetta mestruale evita problemi di perdite. Se questo accade, è perché la vostra coppetta è posizionata male o non si è aperta correttamente. Naturalmente, la perdita può verificarsi se la coppetta è piena e non è stata cambiata tra le 6 e le 8 ore dopo l'inserimento.

Ho paura di non riuscire a posizionare correttamente la mia coppetta, come posso farlo?

Se sei una principiante, puoi mettere la coppetta proprio all'ingresso della vagina e aiutarla ad aprirsi facendo scorrere le dita intorno ad essa. Poi, giratela per "avvitarla" e aiutatela a posizionare. Man mano che la usate, troverete il metodo migliore per farlo istintivamente.

La mia coppetta mestruale è troppo alta, non riesco a toglierla!

Niente panico, non può andare molto lontano! Rilassati. Accovacciatevi e fate lavorare i muscoli pelvici (in breve, spingete contraendo i muscoli addominali). La coppa andrà giù da sola man mano che si contrae. Sarà quindi possibile recuperarla. 

Quante volte al giorno devo svuotare la mia coppetta?

Si raccomanda di svuotarla circa 3 volte al giorno. Naturalmente, questo dipende dal flusso che avete. Tuttavia, evitare di tenerla in posizione per più di 8 ore consecutive per evitare perdite e altri problemi.

Come faccio a pulire la mia coppetta se non ho un rubinetto in bagno?

Sono possibili diverse soluzioni. Il primo è quello di avere 2 coppette e cambiarle come un tampone o un assorbente. Quindi, si introduce quella pulita e si pulisce quella "sporca" con un pezzo di carta prima di avvolgerla e lavarla quando si ha un punto d'acqua vicino a sé. Il secondo è il sistema D, cioè la pulizia con la carta igienica. Prima di rimetterla a posto, assicuratevi che non vi siano residui di pilling sulle pareti. Infine, alcune persone portano sempre con sé una bottiglia d'acqua in bagno. Questa bottiglia sarà fornita a questo scopo.

Posso tenere la mia coppetta quando faccio sport?

Certo che si può! In realtà, è stato progettata per farlo. Piscina, sport di combattimento, danza... si può indossare in tutte le circostanze. Tuttavia, attenzione, alcune pratiche sportive, come l'equitazione o il Pilates possono causare qualche disagio con la coppa. Questo vale solo per alcune donne.

Ho una IUD, posso ancora usare una coppetta mestruale?

Sì, la coppetta è compatibile con tutti i tipi di contraccettivi. Tuttavia, non li sostituisce in nessun caso.

 

Prodotti sostenibili ed
eco-responsabile
Soddisfatti o rimborsati
Consegna gratuita a partire
da 69 €
Restituzioni facili e gratuite
Imballaggio riciclabile
e compostabile
Sito e pagamento
sicuro