Zero waste : negozio di prodotti ecoresponsabili e riutilizzabili

(8h30-18h30 da lunedì a venerdì)
  1. Home
  2. Negozio Zero Déchet
  3. Bellezza/Igiene
  4. Salvietta Struccante

Salvietta Struccante

I dischi o i quadratini di cotone usa e getta sono certamente pratici, ma rappresentano una notevole fonte di inquinamento e il loro impatto ambientale è notevole. Si usano pochi secondi o minuti prima di finire nella spazzatura. Per prendersi cura della propria pelle, le salviette struccanti lavabili sono un'ottima alternativa. Durevoli e riutilizzabili, puliscono delicatamente la pelle senza inquinare e fanno risparmiare denaro.

Lire la suite

Il bagno è una delle camere più inquinanti della nostra casa. Prodotti cosmetici in bottiglie, tubetti di dentifricio, spazzolini da denti di plastica: produciamo molti rifiuti. I dischi di cotone utilizzati per rimuovere il trucco non fanno eccezione. Fortunatamente, esistono alternative riutilizzabili: salviette detergenti lavabili per la rimozione del trucco. Come si presentano? Sono efficaci? Come mantenerli?

Inquinamento da dischi di cotone monouso

Considerando una donna che usa solo 2 o 3 dischetti al giorno, ne butterà in solo un anno tra 730 e 1095. I dischi di cotone pesano solo pochi grammi, ma hanno un impatto molto pesante sull'ambiente.

La coltivazione del cotone richiede molta acqua, per non parlare dei pesticidi nel caso del cotone non biologico. Un quarto dei pesticidi del mondo, e il 12% degli insetticidi, sono utilizzati nella coltivazione del cotone, che rappresenta solo il 2,4% della superficie agricola mondiale. La produzione e il trasporto di dischi di cotone sono ad alta intensità energetica e causano emissioni di gas serra (GHG). Inoltre, molte sostanze chimiche vengono utilizzate per il loro sbiancamento.

Sapendo che un disco di cotone viene utilizzato solo per pochi minuti o addirittura secondi prima di essere gettato via, sembra essenziale ricorrere ad alternative sostenibili. La buona notizia è che sempre più marche cominciano a fare salviette struccanti lavabili!

L'importanza della rimozione del trucco

Durante il giorno, polvere, inquinamento, sebo e cellule morte si accumulano sulla superficie della nostra pelle, che inizia un processo di rigenerazione ogni notte. Se non viene pulita, o se i pori sono ostruiti da fondotinta e polvere, non può procedere a questa fase di recupero e reagisce producendo punti neri o brufoli. Possono verificarsi anche arrossamenti e irritazioni.

La rimozione del trucco è una cura, anche se fatta solo con acqua, sia che la pelle sia stata truccata o meno durante il giorno. Questo rituale di pulizia dovrebbe quindi essere adottato ogni sera, indipendentemente dalle vostre abitudini cosmetiche! La pelle diventa rapidamente più sana, la carnagione più luminosa e si ha meno bisogno di ricorrere a creme e trattamenti per combattere la secchezza o gli inestetismi.

Anche la rimozione del trucco di occhi e ciglia è molto importante per evitare problemi come la rottura o la caduta delle ciglia, o l'irritazione degli occhi dovuta a detriti di mascara, per esempio, che solidifica e frammenti. Inoltre, il contorno occhi è una zona molto sensibile, dove la pelle è sottile e deve essere protetta.

Punti di forza delle salviette struccanti lavabili

Le salviette struccanti riutilizzabili e lavabili hanno molti vantaggi. Ecco i principali:

Economiche ed ecologiche

I dischi di cotone usa e getta vengono utilizzati poco prima di essere scartati; sono quindi responsabili di un inquinamento non trascurabile e il loro bilancio di carbonio è molto elevato. Sostituendoli con salviette riutilizzabili, si riducono gli sprechi e si risparmia denaro. Le salviette lavabili, siano esse in microfibra, bambù o cotone organico, possono essere riutilizzate in media 300 volte. Una sola salvietta lavabile, usata quotidianamente, può quindi durare quasi un anno, molto più a lungo se si cambia con più salviette, il che naturalmente è consigliato per avere il tempo di lavarle e asciugarle tra un uso e l'altro.

Rispettose della vostra pelle

Le salviette lavabili sono spesso più delicate sulla pelle rispetto ai dischi o ai quadratini di cotone usa e getta, che devono essere strofinati sul viso per rimuovere il trucco, che può irritare la pelle. Le salviette in microfibra, ad esempio, assorbono il trucco: non c'è bisogno di strofinare per pulire la pelle, la rimozione del trucco è delicata e soprattutto non è necessario alcun struccante! Basta passare la salvietta sotto l'acqua e poi sul viso per detergere la pelle e rimuovere il trucco, i residui di inquinamento e l'eccesso di sebo. Si risparmia ancora di più.

Polivalenti

Le salviettine lavabili sono sicuramente utili per rimuovere il trucco, ma possono essere usate anche per pulire il sedere del bambino, soprattutto quando sono fatte di morbido cotone organico o bambù, per esempio, con un lato assorbente. Sono meno irritanti del cotone usa e getta e infinitamente meno inquinanti delle salviettine monouso appositamente progettate per il cambio dei neonati. Un altro vantaggio: non si rischia di rimanere a secco se le si dimentica quando si fa la spesa! Le vostre salviette possono essere riutilizzate centinaia di volte, così non dovrete pensare di comprarne di nuove in continuazione.

Questi piccoli quadrati di stoffa possono anche aiutarvi a pulire rapidamente il vostro piano di lavoro, a pulire una traccia di caffè sul tavolo o anche a pulire un bicchiere accidentalmente rovesciato. Sostituiscono i quadratini per lo strucco, così come le salviettine multiuso industriali o le salviettine per bambini, il tutto senza inquinare l'ambiente e a fronte di un piccolo compenso.

Quali sono i diversi tipi di salviette struccanti lavabili?

Salviettine di cotone, bambù o microfibra

Ci sono semplici salviette struccanti riutilizzabili in cotone organico tessuto o in pile per una migliore assorbenza. Alcuni modelli hanno due lati, un lato in cotone a tinta unita e un lato in spugna per rimuovere più facilmente il trucco.

Il bambù, e più precisamente la viscosa derivante dalla trasformazione del bambù, è un'altra opzione possibile. Ottenuta da una pianta ecologica che richiede poca acqua e nessun pesticida, la viscosa di bambù è più assorbente, più flessibile e più resistente al lavaggio del cotone. Ultra dolce, questo tessuto non irrita e vi smaschera delicatamente. È perfetto per le pelli sensibili.

Sono disponibili anche salviette struccanti lavabili in microfibra. Sono particolarmente efficaci per rimuovere il trucco senza dover aggiungere alcun prodotto. Il tessuto in microfibra assorbe liquidi e prodotti grassi semplicemente inumidendo. Queste salviette sono perfette quando si viaggia, così non si deve portare lo struccante nello zaino e pulirsi il viso a fine giornata, anche quando non si è truccata.

Guanti per la pulizia

Molto piacevoli da usare, i guanti struccanti sono un'interessante alternativa alle salviette. Sono facili da maneggiare e consentono di pulire il viso più rapidamente grazie alla superficie del tessuto utilizzato. Lavabili e riutilizzabili, possono essere realizzati in fibre di bambù, o composti da due lati, un lato in microfibra e un lato in bambù per esempio. In questo caso, il lato in viscosa di bambù viene utilizzato per applicare lo struccante o il sapone e il lato in microfibra per sciacquare il viso con acqua.

La spugna di konjac

Il konjac è una pianta originaria del sud-est asiatico, la cui radice è stata consumata in questa regione per secoli per le sue molteplici virtù: ricca di fibre, il konjac facilita il transito; ricca di fibre  e molto nutriente. Inoltre aiuterebbe a diminuire i livelli di colesterolo e di glucosio nel sangue.

Questa radice rende possibile anche la produzione di una spugna, che viene utilizzata a lungo in Asia per la toilette dei bambini, tanto è morbida per la pelle. La spugna di konjac, 100% vegetale e naturale, ha una durata di circa tre mesi, e può essere utilizzata con o senza struccante. Basta passarla sotto l'acqua calda per farla gonfiare, poi passargliela sul viso con piccoli movimenti circolari. Dovrebbe poi essere risciacquata di nuovo, strizzata e appesa ad asciugare correttamente tra un utilizzo e l'altro.

Come si lavano le salviette riutilizzabili?

Per lavare le salviette dopo l'uso, consultare le istruzioni del produttore. Tuttavia, come regola generale, le salviette possono essere lavate tra i 30 e i 60 °C, idealmente a 40 °C, in una rete di lavaggio che può essere utilizzata anche per immagazzinarle e trasportarle. Si possono facilmente lavare con il resto del bucato.

Una volta al mese si consiglia di pulirle accuratamente immergendo le salviette in una bacinella contenente un litro d'acqua, l'equivalente di un bicchiere di aceto bianco e due cucchiai di bicarbonato di sodio. Lasciatele per una buona disinfezione durante la notte e poi lavateli in lavatrice.

Se subito dopo l'uso le salviette sono macchiate, passatele sotto l'acqua fredda e strofinatele con il sapone di Marsiglia, sciacquatele e mettetele da parte fino alla prossima macchina.

Per completare il vostro bagno a zero rifiuti, potete scoprire i nostri shampoo solidi e saponi!

Prodotti sostenibili ed
eco-responsabile
Soddisfatti o rimborsati
Consegna gratuita a partire
da 69 €
Restituzioni facili e gratuite
Imballaggio riciclabile
e compostabile
Sito e pagamento
sicuro