Zero waste : negozio di prodotti ecoresponsabili e riutilizzabili

(8h30-18h30 da lunedì a venerdì)
  1. Home
  2. Negozio Zero Déchet
  3. Bellezza/Igiene
  4. Spazzolino da denti

Spazzolino da denti

Lo spazzolino da denti è un alleato essenziale nel nostro bagno. Per mantenere una buona salute orale, i dentisti raccomandano di cambiarli ogni tre o quattro mesi, il che purtroppo rappresenta un notevole spreco di plastica. 9 spazzolini da denti sono venduti ogni secondo in Italia, per un totale di circa 300 milioni di unità all'anno. Inoltre, questi rifiuti non sono riciclabili perché sono composti da plastiche diverse, il che rende l'operazione delicata. Fortunatamente, esistono alternative ecologiche agli spazzolini da denti tradizionali. Ricaricabili, in bambù, bioplastica o legno, per non parlare dei bastoncini siwak, questi modelli riducono la quantità di rifiuti in plastica. Come fare la vostra scelta? Piccola presentazione dei diversi spazzolini da denti ecologici.

Lire la suite

Spazzolini da denti in bambù

Un impianto ecologico

Il bambù è una pianta ecologica in quanto richiede pochissima acqua per crescere, non richiede pesticidi o erbicidi e cresce molto velocemente. Inoltre, trattiene circa il 30% in più di CO2 rispetto a un albero fronzuto, e quindi rilascia il 30% di ossigeno in più. È vero che il suo sfruttamento massiccio provoca abusi e può porre problemi in termini di biodiversità. Tuttavia, molte piantagioni di bambù sono controllate e coltivano la loro produzione in modo ecologico.

Punti da controllare

Alcuni spazzolini da denti di bambù provengono da boschetti di bambù etichettati FSC, per "Forest Stewardship Council", in italiano " il consiglio di amministrazione della foresta". Questa etichetta certifica che il bambù tagliato ha almeno 5 anni, che solo il 20% della piantagione di bambù viene raccolto ogni anno e che è gestito in modo sostenibile. Questa etichetta è ancora rara per il bambù, ma è destinata a svilupparsi.

Un altro punto importante: il bambù è il principale alimento dei panda, che potrebbero quindi essere privati del cibo a causa del massiccio sfruttamento di questa pianta. Fortunatamente, ci sono molte varietà di bambù e non tutte sono consumate dai panda. Questo è il caso del bambù Moso, per esempio.

È inoltre importante assicurarsi che lo spazzolino da denti venga consegnato senza essere avvolto eccessivamente, preferibilmente in imballaggi riciclabili. Sarebbe un peccato ordinare uno spazzolino da denti in bambù come alternativa a uno spazzolino tradizionale e finire inondato di plastica.

Infine, il bambù non deve essere trattato o verniciato in modo che possa essere compostato senza rilasciare sostanze chimiche potenzialmente dannose per l'ambiente.

Vantaggi degli spazzolini da denti in bambù

Gli spazzolini da denti in bambù sono efficaci quanto quelli classici in plastica. Le loro setole sono di solito di nylon e sono l'unico prodotto di scarto. Il manico è riciclabile e compostabile quando lo spazzolino raggiunge la fine della sua vita.

Le spazzole di bambù sono facili da riporre e non richiedono una manutenzione speciale. Basta assicurarsi, come per gli spazzolini da denti in legno, che il manico non rimanga permanentemente in ammollo nell'acqua se conservato in una tazza. Posizionate invece lo spazzolino da denti in piano o su un supporto per spazzolini da denti montato a parete, che permette all'acqua di defluire.

Spazzolini da denti in bioplastica

Cos'è la bioplastica?

La bioplastica contiene almeno il 40% di materia vegetale. Può essere fecola di patate, amido di mais, amido di frumento o olio di ricino. Il vantaggio è duplice: quando gli spazzolini da denti in bioplastica devono essere buttati via, c'è meno inquinamento da plastica. D'altra parte, durante il processo di fabbricazione, si riduce la percentuale del prodotto finito proveniente dal petrolio, evitando così di attingere troppo da questa risorsa non rinnovabile.

La bioplastica è a volte biodegradabile e compostabile, ma non sempre. Ci sono diverse etichette per aiutarvi a orientarvi in questo mondo, che a volte può essere un po' complesso. Per sapere se il vostro spazzolino da denti in bioplastica è compostabile, dovreste prima cercare l'etichetta OK Compost Home, che certifica la biodegradabilità del prodotto in meno di 6 mesi in un compost domestico. L'etichetta OK Compost, senza la precisione "Home", certifica che il prodotto è biodegradabile, ma in condizioni di compostaggio industriale, difficili da ottenere in casa, perché comportano temperature elevate e un livello di umidità preciso e costante.

L'etichetta OK Bio-based permette di conoscere la percentuale di materia vegetale, nota anche come biosorgente, presente in una bioplastica. Ha un sistema di classificazione a stelle, che va da una stella per i prodotti contenenti dal 20 al 40% di materiali biobased a quattro stelle per quelli contenenti più dell'80% di materiali biobased.

Spazzolini da denti in bioplastica ricaricabili

Vi offriamo una vasta gamma di spazzolini da denti con testine bioplastiche ricaricabili. Questo sistema presenta due vantaggi: il primo è la riduzione dei rifiuti in plastica, poiché solo la testina dello spazzolino da denti, e più precisamente lo spazzolino stesso, ha bisogno di essere sostituita. Può essere rimosso in un secondo e sostituito con una ricarica. La quantità di plastica scartata ogni trimestre viene quindi drasticamente ridotta. Il secondo vantaggio è economico, dato che non è necessario acquistare uno spazzolino completo ogni tre mesi.

Un'altra buona osservazione: diversi marchi che producono spazzolini da denti ricaricabili in bioplastica hanno avviato una partnership con Terracycle, un'azienda di riciclaggio specializzata in rifiuti considerati difficili da riciclare. Le testine degli spazzolini da denti vengono raccolte da alcuni punti vendita. Quando hanno raccolto una quantità sufficiente, li inviano alla sede centrale delle marche, che centralizzano e poi inviano i rifiuti a Terracycle per il riciclaggio.

Spazzolini da denti in legno

Ci sono anche spazzolini da denti con manico in legno. Sono più rari perché di solito sono abbastanza costosi, ma sono un'alternativa molto bella alla plastica. Un altro vantaggio è che il legno da cui sono ricavati proviene il più delle volte da foreste europee o addirittura francesi, il che rappresenta un vantaggio in termini di bilancio del carbonio rispetto al bambù, importato dall'Asia.

Gli spazzolini da denti sono realizzati in legno di quercia, noce o faggio, ad esempio. Alcuni modelli combinano i vantaggi del legno, materiale riciclabile e naturale, con il sistema di testa intercambiabile. È difficile fare di meglio quando si tratta di eco-responsabilità!

Siwak, un'alternativa ecologica al 100

Se siete pronti per un cambiamento radicale nella vostra routine di spazzolamento dei denti, è il momento di passare al siwak, questi bastoncini che vengono potati dalle radici dell'arbusto di Salvadora persica. Potete trovare questi bastoncini anche sotto i nomi souek, meswak, souak o arak stick.

Questo bastone fibroso, che si trova in Medio Oriente e in Asia in particolare, rimuove efficacemente la placca. Ha anche proprietà antibatteriche, antisettiche e antinfiammatorie. Purifica il respiro e rafforza le gengive. Contiene molte sostanze naturali come il silicio, che decalcifica e sbianca i denti, il fluoro, che impedisce la comparsa di carie, la vitamina C, che aiuta a guarire i tessuti, e gli alcaloidi, che agiscono come antimicrobici e antibatterici.

L'uso di un bastone siwak sembra complesso, ma è soprattutto un'abitudine da prendere. Per spazzolare i denti con il siwak, bisogna tagliare una delle sue estremità e masticarla per ben due centimetri, per rivelare le fibre che sostituiscono le setole degli spazzolini convenzionali. Sputare la corteccia e poi masticare le fibre per 1 o 2 minuti. Una volta esposte le fibre, immergere la punta in acqua limpida o acqua di rose, come si fa tradizionalmente in India e in Medio Oriente.

Poi iniziare il processo di spazzolatura vera e propria. Basta strofinare delicatamente l'estremità fibrosa del bastoncino siwak "dal rosso al bianco", cioè dal bordo superiore del dente, vicino alla gengiva, fino al bordo inferiore. Fare lo stesso su entrambi i lati di ogni dente, stirando più volte. La spazzolatura dovrebbe durare circa 5 minuti e idealmente include la spazzolatura della lingua. E' anche possibile, se consigliato dal dentista, procedere con piccoli movimenti circolari sui denti, sul bordo delle gengive, tenendo il bastoncino siwak ad un angolo di 45 °C.

Una volta completata la spazzolatura, sciacquare il bastone da siwak e riporlo in posizione verticale in un luogo asciutto e arieggiato. Dopo alcuni utilizzi, tagliare le fibre usate e ricominciare dall'inizio.

Sta a voi scegliere lo spazzolino alternativo ed ecologico più adatto a voi! 

Prodotti sostenibili ed
eco-responsabile
Soddisfatti o rimborsati
Consegna gratuita a partire
da 69 €
Restituzioni facili e gratuite
Imballaggio riciclabile
e compostabile
Sito e pagamento
sicuro