Zero waste : negozio di prodotti ecoresponsabili e riutilizzabili

(8h30-18h30 da lunedì a venerdì)
  1. Home
  2. Negozio Zero Déchet
  3. Da asporto
  4. Borsa

Borsa

La borsa è un accessorio di moda che combina funzioni pratiche ed estetiche. Viene utilizzato principalmente per portare con sé oggetti personali come chiavi, portafogli, telefono o documenti, ma anche per completare un abito e aggiungere un tocco di stile per completare il look. Quali sono i diversi stili di borse? Cosa rivelano della nostra personalità? Come sceglierli? Possono essere eco-responsabili? Vi diciamo tutto!

La borsa, che storia!

Dalle borse alle catenelle

Le prime borse avevano solo una funzione utilitaristica. Erano borse usate nell'antichità dagli schiavi per portare i beni dei loro padroni.

Nel Medioevo, queste borse, che erano attaccate alla cintura, erano indossate sia da donne che da uomini e servivano per trasportare denaro, piccoli oggetti personali o cibo. Le borse cominciarono ad essere decorate, soprattutto dai più ricchi, che le fecero realizzare con tessuti preziosi ricamati con filo d'oro. I più ricchi indossavano le scarsella, piccole borse che erano attaccate alla cintura e assomigliavano alle odierne buste senza spalline. Le chiusure sono sempre più sofisticate, in ottone, bronzo o ferro.

Durante il Rinascimento, l'uso della borsa e delle scarselle scomparve poco a poco, con l'apparizione delle tasche sui vestiti: si trattava allora di tasche di tela o di seta (a seconda dello status sociale) che venivano indossate sotto abiti femminili e pantaloni da uomo, ed erano accessibili attraverso fessure nei vestiti. Le donne a volte riempivano queste buste con una miscela di piante secche e fiori per mascherare gli odori del corpo con aromi leggermente meno sottili...

Poi, verso la fine del XVIII secolo, comparvero le catenelle, catene d'oro o d'argento indossate sulla cintura a cui erano attaccati oggetti di ogni tipo (monete, orologi, chiavi, ecc.). La ricomparsa dei contenitori esterni è legata all'evoluzione dell'abbigliamento, che ora è meno ampio.

La nascita delle borse

Quando i famosi abiti ottocentesci fecero la sua comparsa proprio all'inizio del XIX secolo, i voluminosi abiti furono gradualmente sostituiti; allora non è più possibile nascondere le tasche sotto i vestiti, e anche l'abbigliamento delle catenella passò di moda. È così che nasce la borsa come accessorio di moda. Si chiamava allora reticolo, ed era una via di mezzo tra la pochette e una borsa morbida, con un piccolo manico e decorata con perle, pietre e ricami.

In seguito le donne, almeno le più ricche tra loro, iniziano a viaggiare. Sono nati cosi i bagagli di lusso, le cappelliere, i bauli, le valigie e i kit da viaggio. Le borse sono più grandi, più robuste, in pelle e hanno un manico: sono progettate per facilitare il viaggio.

Più tardi, durante i ruggenti anni Venti, le piccole borsette di sera chiamate più comunamente clutch o minaudières, presero il sopravvento sulla moda; queste piccole scatole a volte contenevano diversi scomparti in cui e le donne infilavano il trucco e altri oggetti. Nel 1955, Coco Chanel inventò un nuovo modello di borsa, dotata di una lunga catena che permetteva di portarla a tracolla in modo che le mani potessero essere libere. Questo modello, il "2.55" è diventato mitico.

Oggi la borsa rimane un accessorio di moda essenziale, e i marchi competono nella creatività e nell'ingegno per creare modelli sempre più originali. Ancora oggi la borsa è un accessorio femminile, e gli uomini optano per borse, sacchetti e zaini, sia di ispirazione classica che sportiva.

I diversi tipi di borse

Ci sono centinaia di modelli di borse, ma la maggior parte sono varianti di forme classiche.

Possiamo citare alcune modelle famose:

  • La sacco osecchiello si ispira alle borse del Medioevo e la sua parte superiore si chiude con un cordoncino. Ha una sola maniglia.
  • La tote bag è piatta e ha due manici corti. Esiste in tutti i materiali e può essere trasportata sia a mano che molto vicino al corpo in corrispondenza della spalla.
  • La borsa da bowling ha un fondo rettangolare e forme arrotondate. Ha due piccoli manici e di solito viene indossato a mano.
  • La tracolla è una borsa flessibile e abbastanza grande con un unico manico, che si porta appunto a tracolla. È molto apprezzata per la sua praticità e comodità.
  • La cartella, come suggerisce il nome, è un po' come la cartella per andare a scuola: è rettangolare, ha una patta, un manico e una grande maniglia. È perfetta per andare al lavoro.
  • La doctor bag o la borsa da dottore si ispira alle borse che i medici avevano nelle città vecchia o della campagna. Ha un telaio rigido alla fibbia, un manico e di solito un'impugnatura per poterla portare anche a spalla.
  • La clutch bag : ispirata alle minaudières dei ruggenti anni Venti, questa borsa è riservata alle serate. È riccamente decorata ed è più un accessorio di moda che un oggetto pratico.
  • La pochette: proprio come la minaudière, è riservata alle feste e dà un tocco in più ad un outfit raffinato. Si porta a mano, ma a volte ha una piccola catena di metallo che permette di portarlo a spalla.
  • Il marsupio: dopo aver segnato lo spirito, non sempre molto positivo, di diverse generazioni, il marsupio è tornato. Non preoccupatevi, non ha molto a che fare con quelli degli anni '80 e '90!
  • La borsa saddle è molto femminile e può essere portata in mano o sotto il gomito. È di medie dimensioni, né troppo grande né troppo piccola, e ha due manici corti, a volte con una tracolla rimovibile per portarla a spalla.

La borsa, riflesso della personalità?

Si dice che le borse riflettano la personalità delle donne che le indossano. Nel suo saggio intitolato "La borsa, un piccolo mondo di amore", il sociologo Jean-Claude Kaufmann, specialista della vita quotidiana, descrive così le borse da donna: «Sono l'oggetto di un attaccamento senza limiti, della frenesia dello shopping, della tensione delle cinghie non appena il pericolo minaccia, come se nascondessero il tesoro dei tesori, il cuore dell'io intimo, tutti i suoi segreti. »

Il sociologo sottolinea poi l'ambiguità del rapporto della donna con la sua borsa: «E allo stesso tempo è oscurata in tutte le sue dimensioni sublimi, continuamente banalizzata, trattata come un volgare utensile da dimenticare. Tanto che viene improvvisamente relegato nei luoghi meno raccomandabili, sotto il tavolo dove si accumula la polvere, sul pavimento di piastrelle dei bagni di un bar incerto dove raccoglie un massimo di batteri. Tanto che si offre alla lussuria del borseggiatore di passaggio, mentre il furto della preziosa borsa alimenta gli incubi. »

Dalle più ordinate alle più disordinate, dalle più viziate alle più trascurate, le borse riflettono probabilmente in parte la personalità dei loro proprietari. Ecco perché è importante scegliere una borsa che si adatti veramente a te, sia in termini di stile che di utilizzo. Per esempio, non c'è bisogno di scegliere una borsa in miniatura se si viaggia dalla mattina alla sera con un sacco di roba! Naturalmente, le tote bag sono oggi un buon complemento e permettono di portare con sé un libro, una bottiglia d'acqua e uno spuntino, ma è altrettanto bene semplificare la vita quotidiana con una borsa con una capacità adatta al proprio stile di vita.

Ci sono borse ecologiche?

Come qualsiasi altro oggetto, una borsa può essere ecologica. Si parte dalla scelta dei materiali, in quanto i materiali naturali o riciclati sono generalmente più rispettosi dell'ambiente. La canapa e il lino sono le fibre più ecologiche, poiché queste due piante crescono alle nostre latitudini e richiedono poca acqua e nessun pesticida. Anche il cotone biologico è una buona scelta.

Per essere totalmente eco-responsabili, le borse devono anche essere state prodotte in un contesto socio-professionale rispettoso dell'artigianato, sia che siano state realizzate in Europa che in un paese lontano. La dignità umana, infatti, non si ferma alle frontiere! Sempre più marchi sono totalmente trasparenti sull'argomento, forniscono cifre, sono certificati da etichette e producono report che permettono al futuro cliente di andare a incontrare le persone che realizzano i prodotti.

La dimensione umana è importante tanto quanto la dimensione ecologica, e noi vogliamo scegliere marchi che si concentrino su entrambi gli aspetti. Abbiamo selezionato per voi borse ecologiche, etiche, pratiche, estetiche e durevoli!

Prodotti sostenibili ed
eco-responsabile
Soddisfatti o rimborsati
Consegna gratuita a partire
da 69 €
Restituzioni facili e gratuite
Imballaggio riciclabile
e compostabile
Sito e pagamento
sicuro