Zero waste : negozio di prodotti ecoresponsabili e riutilizzabili

(8h30-18h30 da lunedì a venerdì)
  1. Home
  2. Negozio Zero Déchet
  3. Da asporto
  4. Piatti da picnic

Piatti da picnic

I piatti sono indispensabili per mangiare i nostri pasti. Per molti anni, l'uomo li ha usati e li ha adattati ai suoi pasti. Ma i modelli monouso hanno finito per offuscare la nobile immagine del piatto e soprattutto hanno contribuito all'inquinamento ambientale. Abbiamo trovato alternative a zero rifiuti ai piatti usa e getta! E ora li offriamo per i vostri pasti in famiglia, i vostri picnic...

Storia dei piatti

Gli archeologi hanno scoperto tracce di piatti risalenti all'antichità. Erano principalmente realizzati in terracotta, ma ben presto sono stati anche fabbricati in legno, metallo e persino vetro. Prima del piatto che conosciamo oggi, esisteva la fiala in Grecia o il piolo a Roma.

Allo stesso modo, il piatto prima di diventare il nome dell'oggetto che conosciamo oggi, rappresenta semplicemente un assortimento di pasti serviti durante un pasto: un piatto di carne, un piatto di carne alla griglia... I brodi, invece, erano serviti in ciotole, parola che oggi si utilizza più spesso per indicare i contenitori dei cibo degli animali.

In Europa, il piatto fece la sua comparsa sulle tavole dei re all'inizio del XVI secolo. Prima si mangiava su grandi taglieri rotondi, rettangolari o quadrati,  spesso fati di pasta di pane per facilitare la consumazione del cibo contenuto . La forma piatta e "seduta" di questo vassoio ha dato origine alla parola "piatto".

Francesco I fu uno dei primi discepoli del servizio da tavola. Ordinò piatti in peltro, argento, oro e terracotta. Scoprì poi la porcellana cinese nel XVI secolo e la sua infatuazione fece sì che i cinesi iniziassero a decorare i loro piatti con motivi occidentali. Secondo la leggenda, il piatto da minestra, chiamato anche "mazarine", fu portato in Italia dal famoso Mazarino. Il piatto è diventato un oggetto di lusso! Tanto che, per finanziare le guerre, Luigi XIV chiese che gli oggetti d'oro del regno fossero fusi, incluse le stoviglie!

Man mano che mancavano le stoviglie d'oro, l'aristocrazia si rivolse alla terracotta. Poi, questo materiale fu ampiamente democratizzato sotto Luigi XV, la gente comune possedeva anche le sue stoviglie e mangiava dai piatti. Tuttavia, per rimanere distinti, i più nobili moltiplicarono i piatti: piatti da minestra, piatti piani, piatti da dessert... Questa tradizione è continuata fino ad oggi.

Tuttavia, a partire dal XX secolo, il piatto è diventato più colorato e a volte in forme diverse. In termini di materiali, il vetro e la porcellana rimangono i più utilizzati, ma il legno e la melamina stanno tornando in vigore. A partire dal XXI secolo, appaiono 3 nuovi materiali: polistirolo espanso, cartone e plastica. Il piatto diventa monouso per prezzi più bassi e per una maggiore praticità. Questo pesante uso di piatti usa e getta ha portato ad un forte inquinamento degli oceani e della natura.

Di fronte a questa situazione, le aziende competono nell'innovazione offrendo piatti biodegradabili, compostabili e persino commestibili.

L'utilizzo dei piatti

I piatti sono usati principalmente per mangiare. Tuttavia, possono essere utilizzati anche per altri scopi, come ad esempio come piattino per vasi da fiori o come ciotola per animali domestici. I piatti usa e getta sono usati anche dai bambini per fare maschere o per altre attività manuali.

Inoltre, un numero del circo in Cina prevede anche piatti che si fanno girare su bastoni. Questo è chiamato il numero dei piatti cinesi.

Caratteristiche dei piatti da picnic

Come e già stato menzionato, ci sono 6 diversi tipi di piatti:

  • Il piattino, generalmente utilizzato sotto le tazze da caffè o da tè per evitare che il contenuto delle tazze sporchi il tavolo. Spesso e usato anche per servire lo zucchero e il biscotto o la caramella.
  • Il piatto piano che tutti noi conosciamo e che viene usato per mangiare i pasti.
  • Il piatto scalda pappa che non si usi quasi più. È dotato di un doppio fondo riempito con acqua calda per mantenere il piatto alla giusta temperatura. È destinato principalmente ai bambini.
  • I'alzata , che non è altro che un porta-dessert o un porta-biscotti.
  • Il piatto fondo con bordi rialzati
  • Il piatto da dessert, più piccolo nelle dimensioni e che serve per consumare, come indica il suo nome francese, il dolce

Se il vetro, la porcellana o la terracotta sono i materiali principali utilizzati oggi per la produzione di piatti, questo li rende piuttosto pesanti e non molto facili da trasportare. Per così dire, organizzare un picnic romantico con cestino e  piatti di porcellana non ha paragoni; ma man mano che la famiglia cresce, il piatto diventa sempre più pesante e piuttosto scomodo da portare. E per questo che le industrie decisero di realizzare piatti di plastica riutilizzabili. Più durevoli dei piatti monouso, la loro durata di vita è praticamente illimitata. Ma il problema della plastica è nota a tutti e la di conseguenza loro popolarità dei piatti di plastica usa e getta è calata drasticamente. Una recente soluzione arrivata sul mercato è la versione "senza bisfenolo".

Questi piatti sono più leggeri delle piati convenzionali e possono essere portati ovunque senza rischio di rottura e senza estrema pesantezza. Tuttavia, bisogna avere spazio per riporli e il desiderio di lavarli per riutilizzarli dopo un picnic, una merenda, un pasto, ecc.

Una piccola azienda ha trovato il modo di fare meglio: piatti monouso biodegradabili e persino commestibili. Sono fatti di crusca di grano e possono contenere sia cibi caldi che freddi. Dopo aver gustato il pasto, il piatto può essere composto, buttato via o, se avete ancora fame, mangiato!

Come utilizzare questo tipo di piatto biodegradabile?

Avete in programma di invitare una ventina di amici a mangiare in piscina e non avete voglia di portare fuori i piatti perché dopo dovrete lavarli. La vostra anima ambientalista vi spinge a optare per una soluzione piuttosto biodegradabile. È allora che, durante le vostre ricerche, vi imbattete nei famosi piatti di crusca di grano. L'ordine è stato effettuato!

La festa è in pieno svolgimento, gli ospiti sono tutti interessati a questi piatti divertenti e lo sono ancora di più quando scoprono che sono commestibili! Una cosa è certa, oltre a divertirsi e a mangiare bene, si ricorderanno dei vostri piatti per il resto della loro vita!

Un altro esempio è quando ricevete gli amici di vostra figlia per il suo compleanno. Ma è fuori questione usare bicchieri o piatti di plastica. Quindi si tirano fuori i piccoli piatti biodegradabili e commestibili fatti di crusca di grano per accogliere le fette di torta dei piccoli ospiti. Sono felici di sapere che stanno mangiando da piatti nuovi di zecca e sono pronti per il gioco della degustazione. Quando i genitori arrivano a prendere i loro figli, la prima cosa che tutti devono dire è che anche hanno mangiato il loro piatto! Questo basta a stuzzicare la curiosità dei genitori e, con un effetto a palla di neve, forse li renderà interessati a futuri spuntini!

Sei un organizzatore di eventi (festival, feste, ecc.)? Tanto vale optare per i piatti da picnic per servire i pasti. I patti di crusca di grano sono particolarmente adatti, in quanto non generano rifiuti e quindi nessun inquinamento supplementare. Inoltre, questo avrà il merito di far conoscere un po' di più la vostra organizzazione, perché lo sforzo fatto per i piatti riutilizzabili e biodegradabili sarà apprezzato dai partecipanti e quindi condiviso in massa attraverso i social network.

Perché acquistare i piatti da picnic per i vostri eventi?

Ci sono molti motivi per puntare su piatti riutilizzabili per picnic o eventi speciali.

Naturalmente, il lato ecologico è probabilmente il primo motivo per cui una persona farebbe questa scelta. Infatti, questo tipo di piatto è ideale per evitare qualsiasi inquinamento, ma anche per evitare di dover fare i piatti e quindi di "sprecare" acqua. In altre parole, è davvero una soluzione etica ed ecologica.

C'è anche il lato estetico e innovativo. E a ragione, è un ottimo argomento per l'avanguardia e per mettere in risalto i suoi ospiti. Poche persone hanno il coraggio di offrire tali piatti al momento. Il che rende quelli che lo fanno, persone innovative. L'iniziativa è quindi apprezzata. Inoltre, lo spirito della natura rimane presente! Per feste di compleanno, pranzi a tema o anche Natale o Capodanno, offrire questo tipo di piatto in tavola permette di decorarli in modo naturale, senza alcun artificio aggiuntivo!

Infine, anche i risparmi sono significativi. Si acquistano questi piatti solo quando ne hai davvero bisogno e non per conservarli in un armadio. Il resto del tempo, si usano i piatti riutilizzabili. È un acquisto intelligente e occasionale, quindi il budget è sotto controllo.

Prodotti sostenibili ed
eco-responsabile
Soddisfatti o rimborsati
Consegna gratuita a partire
da 69 €
Restituzioni facili e gratuite
Imballaggio riciclabile
e compostabile
Sito e pagamento
sicuro