Zero waste : negozio di prodotti ecoresponsabili e riutilizzabili

(8h30-18h30 da lunedì a venerdì)
  1. Home
  2. Negozio Zero Déchet
  3. Da asporto
  4. Teiera

Teiera

Perché l'ora del tè è sacra, scoprite le nostre teiere e i nostri accessori. Dalla teiera da viaggio a quella classica, ce n'è per tutti i gusti.

Uno sguardo alla storia delle teiere

La teiera non è altro che l'evoluzione del bollitore. È costituito da un contenitore con coperchio, manico e beccuccio. Si tiene per il manico per evitare ustioni e si usa per infondere tè, tisane o altri decotti di verdure. Precedentemente realizzate in ceramica, sono nate in Asia dove il tè rimane una delle bevande più popolari.

La prima teiera che conosciamo oggi risale al 1513. Le prime teiere in Europa furono viste nel Seicento a Londra e in Amsterdam, le città dove arrivavano le navi dall'India, caricate di spezie e merci.

Solo nel XVIII secolo si inizia a conoscere la sua forma piriforme. Allora, venivano fatte di di ceramica, terracotta, porcellana, metallo e successivamente vetro e ghisa. Allo stesso modo, la loo estetica ha cominciato a variare enormemente a seconda dei designer.

Oggi la teiera è diventata un oggetto facile da riprodurre grazie alla progettazione assistita dal computer. Infatti, la teiera dello Utah del 1975 è la prima teiera progettata con questa tecnologia.

Caratteristiche particolari delle teiere

Sono disponibili in vari materiali, forme, dimensioni e colori. Le teiere sono diventate indispensabili per tutti gli amanti del tè. Di norma sono composte da quattro parti: il contenitore, il coperchio, il filtro e il manico.

Mentre le teiere in porcellana o gres non sono rare, la ghisa è ancora il materiale preferito. Mantengono il tè caldo più a lungo e si riscaldano più rapidamente sotto la fiamma. Per non parlare del fatto che sono più resistenti. Tuttavia, molti modelli in vetro stanno ora facendo la loro comparsa e sono anche attraenti per il loro fascino estetico.

Ci sono due famiglie principali di teiere:

  • Le teiere "senza memoria", composte da modelli in ghisa, poi modelli in porcellana. Anche le teiere di vetro fanno parte di questa famiglia.
  • Le teiere "a memoria", che comprendono i modelli in terracotta.

Ci sono anche altri materiali di design per teiere, ma sono meno comuni. L'acciaio inossidabile, ad esempio, non è raccomandato in quanto metallizza l'acqua e distorce il gusto del tè. Tuttavia, è un contenitore molto buono per il tè verde marocchino, perché il gusto consegnato dalla teiera è apprezzato con questa bevanda. Le teiere d'oro o d'argento, classificate come "senza memoria", sono molto rare. Tuttavia, offrono un tè di vera qualità.

La forma della teiera cambia con il tempo. A volte arrotondata, a volte alta, a volte lunga... si trova anche sotto forma di bottiglia pronta all'uso. La forma della teiera ha poca importanza sulla qualità dell'infusione delle bevande. È un aspetto puramente estetico.

Il filtro, comune a tutte le teiere, si trova di solito sotto il coperchio. Il coperchio può essere corto o lungo e di solito è di metallo o di vetro. A volte si trovano anche filtri in porcellana. Alcuni modelli non hanno il filtro. In questo caso, il tè deve essere preparato direttamente nell'acqua della teiera e un colino si trova ancora all'interno del beccuccio per evitare che le foglie vengano versate nella tazza. Questo tipo di teiera ha la reputazione di produrre un tè di migliore qualità perché le foglie sono "libere" e rilasciano tutti i loro sapori.

 

Come scegliere la teiera giusta?

La scelta della teiera viene fatta in base alle vostre esigenze. La forma della teiera non influisce sull'infusione delle foglie. Si tratta principalmente di un aspetto estetico o pratico. Tuttavia, il materiale di design e le dimensioni della teiera giocano un ruolo più importante.

Per aiutarvi a fare la vostra scelta, ecco alcune informazioni utili. Le teiere in ghisa sono tra le più costose sul mercato, e a ragione. Si riscaldano rapidamente e trattengono il calore più a lungo. Si ritiene inoltre che siano in grado di preparare meglio i tè più ossidati, cioè i tè neri, blu e scuri. Se sei un appassionato di questi tipi di tè, dovresti guardare in questi tipi di prodotti.

Le teiere in porcellana sono una delle più popolari ed economiche. Tuttavia, il loro principale svantaggio è che non trattengono bene il calore. Tuttavia, sono ideali per i cosiddetti tè "fragili", come i tè bianchi, verdi e gialli.

Infine, le teiere di terracotta sono le più tradizionali. Come la ghisa, trattengono molto bene il calore e preparano perfettamente tutti i tipi di tè. Tuttavia, devono essere mescolate prima dell'uso.

Se sei un grande bevitore di tè e hai bisogno di averne un po' con te durante il giorno, puoi anche optare per una teiera da viaggio in vetro. Si tratta di un tipo di bottiglia o borraccia in cui si può preparare il tè a scelta in acqua bollente. Alcuni modelli sono addirittura isotermici, in modo da poter gustare il vostro drink preferito anche all'aperto (escursioni, passeggiate, ufficio...).

Come si usa una teiera?

La teiera può essere utilizzata in qualsiasi momento della giornata. Basta riempirla con acqua (purificata o mineralizzata il più possibile), poi metterla sul fuoco per lasciare riscaldare. Alcuni modelli, soprattutto quelli in vetro o in plastica, non possono essere utilizzati in questo modo. In questo caso, fate bollire l'acqua in una casseruola e versatela direttamente nella teiera.

Una volta che l'acqua ha raggiunto la giusta temperatura, è il momento di spegnere il fuoco e mettere il tè desiderato nel filtro o gettare alcune foglie di tè direttamente nella teiera, se la teiera è dotata di un filtro all'interno del beccuccio. Naturalmente è possibile utilizzare tisane o infusi di erbe.

A seconda dei tè, i tempi di infusione variano, tuttavia, pochi sono più brevi di 5 minuti. L'infusione dipende anche dal gusto delle persone. Ad alcuni piace il tè molto forte, mentre ad altri piace a malapena infuso. Versate la vostra bevanda nella vostra tazza e gustatela con o senza zucchero.

Per le teiere da viaggio, fate bollire l'acqua prima e poi versatela direttamente nel vostro contenitore. Mettete quindi il tè nel filtro, quindi richiudete la teiera in modo che l'infusione possa essere fatta nelle migliori condizioni. Potrete poi andare al lavoro, fare un picnic o semplicemente passeggiare con la vostra teiera e godervi il vostro drink preferito ovunque vi troviate.

Le teiere elettriche sono migliori delle teiere convenzionali?

Le teiere elettriche sono più adatte agli impiegati. Il loro sistema mantiene l'acqua calda e il tè alla giusta temperatura per un giorno intero. Tuttavia, il tè può essere sovra-infuso e alterare il gusto della bevanda.

Gli esperti di tè o gli amanti del tè preferiranno poi il metodo più tradizionale, che è quello di avere: scaldare la teiera sul fuoco e lasciare che vi si infondano foglie di tè intere.

Che tipo di tè devo usare per la mia teiera?

Ci sono 4 tipi di tè:

  • Bustine di tè
  • Tè sfuso
  • Foglie di tè intere
  • Tè solubile

Per una teiera, il tè sfuso o le pause foglie di tè intere sono più appropriate delle bustine di tè, anche se queste ultime sono talvolta utilizzate per risparmiare tempo. Il tè solubile, invece, si beve direttamente da una tazza in cui si versa acqua calda. Dovrebbe poi essere mescolato con una frusta di bambù per evitare grumi. Il tè Matcha è spesso presentato in questa forma.

Per quanto tempo devo lasciare il tè nella teiera?

Dipende dal tipo di tè che si beve:

  • Tè bianco: circa 5-10 minuti a 60 o 70 gradi
  • Tè verde: tra 2 e 4 minuti a 60 o 80 gradi
  • Tè giallo: tra 5 e 6 minuti a 70 o 80 gradi
  • Tè Oolong: tra 5 e 7 minuti a 90 o 100 gradi
  • Tè nero: da 3 a 5 minuti a 90 o 95 gradi
  • Tè Pu-erh (scuro): da 4 a 5 minuti a 90 o 100 gradi

 

Prodotti sostenibili ed
eco-responsabile
Soddisfatti o rimborsati
Consegna gratuita a partire
da 69 €
Restituzioni facili e gratuite
Imballaggio riciclabile
e compostabile
Sito e pagamento
sicuro