Zero waste : negozio di prodotti ecoresponsabili e riutilizzabili

(8h30-18h30 da lunedì a venerdì)
  1. Home
  2. Negozio Zero Déchet
  3. Kit prova

Kit prova

Quando si scopre il mondo degli zero rifiuti, ci si può sentire persi di fronte alla marea di informazioni disponibili sui blog e sui social network in particolare. I prodotti si sviluppano, vengono creati nuovi marchi e a volte è difficile orientarsi. Per aiutarvi a muovere i primi passi in questo stile di vita eco-compatibile, vi offriamo diverse scatole a zero rifiuti che contengono tutto ciò che vi serve per la spesa, il bagno e i vostri bambini.

I 5 principi fondamentali dello zero rifiuti

Se lo stile di vita a zero rifiuti è molto popolare oggi, grazie soprattutto al libro di Bea Johnson, le nostre nonne lo avevano già adottato senza saperlo. Dalle reti per fare la spesa, ai vasetti per conservare gli alimenti, all'aceto bianco per la casa: hanno usato gli strumenti e i metodi che oggi tornano alla ribalta ogni giorno. Zero rifiuti si basa su cinque principi fondamentali, che consentono di adottare un approccio eco-responsabile e di ridurre il loro impatto sull'ambiente.

Rifiuta

Questa è la regola di base dello zero rifiuti. Si tratta di rifiutare ciò di cui non si ha bisogno e di combattere il consumo eccessivo e l'inquinamento. Significa, ad esempio, rifiutare volantini e riviste pubblicitarie, imballaggi monouso quando si fa acquisti all'ingrosso, oggetti di plastica usa e getta e tutto ciò che contribuisce ad attingere alle risorse naturali e ad inquinare l'ambiente.

Ridurre

Questa volta si tratta di ridurre le cose di cui si ha bisogno, come l'acquisto di vestiti o l'elettronica di ultima generazione. Inoltre, mentre si ordinano i propri effetti personali, è probabile che si scoprano molti oggetti inutilizzati che possono essere donati e utilizzati da altri. Questo principio può essere applicato anche in cucina, preparando le giuste quantità, ma non di più per evitare sprechi di cibo.

Riutilizzo e riparazione

Invece di acquistare nuovi e attingere ancora alle risorse naturali per realizzare nuovi oggetti, optate per il circuito dell'usato e della riparazione. Potete trovare abbigliamento di seconda mano di buona qualità ad un prezzo imbattibile, o andare in un centro di risorse per imparare a riparare da soli i vostri piccoli elettrodomestici o apparecchiature elettroniche. Riutilizzare significa anche lottare contro i prodotti inquinanti monouso come i sacchetti di plastica, optando per sacchetti di stoffa riutilizzabili, bottiglie d'acqua in acciaio inossidabile o qualsiasi altra alternativa durevole a un prodotto usa e getta.

Riciclare

Se tutti i passaggi sopra descritti sono stati seguiti e si ha ancora qualche spreco, è il momento di riciclare. Il riciclaggio non deve essere visto come una soluzione ideale: non tutte le plastiche sono riciclabili e quando lo sono, non possono essere riciclate all'infinito. Seguite le istruzioni del vostro comune e selezionate con attenzione i vostri rifiuti, che dovrebbero essere già di meno.

Compost

Il compostaggio riguarda principalmente i rifiuti organici, soprattutto quelli alimentari. Il compostaggio impedisce che finiscano in discarica e che emettano metano durante la decomposizione. Inoltre, otterrete un compost naturale che renderà il vostro terreno più fertile. Il compostaggio può essere effettuato anche in appartamenti con vermicompositori.

Consigli per una cucina a zero rifiuti

Il nostro kit da cucina a rifiuti zero contiene sacchetti di cotone sfuso, sacchetti a rete e una rete per la spesa. La cucina è una parte essenziale della gestione dei rifiuti. Gli armadi e i frigoriferi sono spesso traboccanti di cibi confezionati o di piatti che scadono e a volte vengono scartati senza essere mangiati. Per una cucina a zero rifiuti, diversi punti possono essere migliorati.

Shopping all'ingrosso

Ci sono molti negozi di alimentari a rifiuti zero che offrono cibo sfuso e non confezionato. Pasta, riso, legumi, cereali, cioccolato, tè o caffè, frutta secca, farine: ora si può trovare di tutto. Dovreste anche privilegiare i piccoli negozi o mercati locali.

Gli acquisti all'ingrosso richiedono borse di stoffa riutilizzabili, ma anche contenitori ermetici per prodotti liquidi, o scatole di vetro per carne o pesce, ad esempio.

Evitare lo spreco di cibo

L'altro vantaggio della spesa all'ingrosso è che richiede un minimo di organizzazione. Dovete pianificare i vostri contenitori e controllare le vostre scorte prima di fare acquisti, il che significa preparare i menu e fare una lista. Acquistando abbastanza per soddisfare le vostre esigenze, non più, riducete la principale fonte di rifiuti alimentari.

Evitate anche i pasti pronti: sono costosi, spesso riempiti di additivi e conservanti e sovraconfezionati. Risparmierai soldi, salverai il pianeta e sarai in condizioni molto migliori.

Eliminare i prodotti monouso

Potete anche fare un grande passo avanti sbarazzandovi (dopo l'uso) di tutti gli articoli monouso nella vostra cucina e sostituendoli con alternative durevoli.

Usate cannucce di acciaio inossidabile o di vetro, tovaglioli di stoffa al posto della carta, bevete l'acqua del rubinetto, sostituite la macchina del caffè e le cialde con una caffettiera italiana, e le bustine di tè con tè sciolto e una pallina da tè, per esempio. L'involucro di plastica per alimenti può essere sostituito da un imballaggio alimentare riutilizzabile in tessuto ricoperto di cera d'api. È inoltre possibile utilizzare barattoli di vetro a tenuta d'aria per conservare il cibo.

Munitevi una compostiera

I vostri scarti alimentari (bucce di frutta e verdura, fondi di caffè o gusci d'uovo per esempio) possono avere una seconda vita e tornare sulla terra nutrendosi. Se questo non è già il caso, munitevi di una compostiera, o di un vermicompositore se vi trovate in un appartamento.

Bagno a zero rifiuti: da dove cominciare?

Il bagno è l'altra stanza della casa dove si accumulano molti rifiuti: cottone struccante, spazzolini da denti, prodotti per la bellezza e l'igiene in contenitori di plastica, prodotti per la casa... Vi offriamo due kit "zero rifiuti" appositamente progettati per il bagno. Ecco alcuni consigli per trasformare il vostro bagno in una stanza con zero rifiuti.

Sostituire il gel doccia con il sapone

Sono disponibili molti saponi ecologici e salutari, tra cui saponi saponificati a freddo e saponi surgras, perfetti per la toilette quotidiana. Sono più economici, più rispettosi della pelle e dell'ambiente, grazie alla loro composizione e all'assenza di imballaggi in plastica (se li si acquista all'ingrosso o da Alternativi per esempio). Il nostro set da bagno "Alternativi selection" a zero rifiuti contiene due saponi supergrassi: uno con rhassoul e uno con burro di karité e banana.

Optare per i cosmetici solidi

Deodorante, dentifricio, shampoo: tutti questi prodotti sono disponibili in versione solida. Altrettanto efficaci e spesso più salutari, hanno il vantaggio di non essere confezionati, o di essere confezionati in contenitori riutilizzabili come lattine di metallo o barattoli di vetro. Se l'uso di un dentifricio o di un deodorante solido può essere travolgente all'inizio, non preoccupatevi: vi abituerete molto rapidamente. Questi prodotti sono semplici da usare, facili da immagazzinare ed economici. Non dimenticate che ogni volta che comprate un prodotto all'ingrosso, senza imballaggio, non pagate la confezione. I nostri set da bagno a rifiuti zero contengono cosmetici solidi.

Scegliere uno spazzolino biodegradabile o compostabile

Per mantenere la loro efficacia, gli spazzolini da denti devono essere cambiati ogni tre mesi, il che rappresenta una quantità significativa di plastica che va nella spazzatura ogni anno. Esistono alternative più ecologiche, come gli spazzolini da denti ricaricabili, che devono cambiare la testina solo ogni tre mesi, o gli spazzolini di bambù, il cui manico è biodegradabile e compostabile.

Crea i tuoi prodotti per la casa

Ci sono molti prodotti per la casa per usi molto specifici: un prodotto per le finestre, un altro per i piani cottura della cucina, un altro per il forno, per il bagno, per la toilette, per il pavimento... Tutti questi prodotti sono contenuti in altrettante bottiglie e fiaschi di plastica diverse, che rappresentano una notevole fonte di rifiuti. Tuttavia, è possibile realizzare i propri prodotti per la casa a partire da pochi ingredienti economici come l'aceto bianco, il bicarbonato di sodio e il sapone nero o di Marsiglia. Con soli tre ingredienti è possibile realizzare un prodotto polivalente e confezionarlo in una bottiglia di vetro.

I nostri kit a rifiuti zero vi aiutano a muovere i primi passi in questo stile di vita eco-responsabile. Lontano dall'essere sinonimo di austerità, zero sprechi è un approccio positivo e divertente che permette di prendersi cura di se stessi e del pianeta risparmiando denaro.

Prodotti sostenibili ed
eco-responsabile
Soddisfatti o rimborsati
Consegna gratuita a partire
da 69 €
Restituzioni facili e gratuite
Imballaggio riciclabile
e compostabile
Sito e pagamento
sicuro